RITROVARE L’EQUILIBRIO INTERIORE

RITROVARE L’EQUILIBRIO INTERIORE

Ritrovare l'equilibrio interiore
 
Come si fa a restare centrati e ritrovare l’equilibrio interiore?
 
Come si può mantenere invece il proprio equilibrio interiore, specialmente in momenti di difficoltà?
La filosofia dell’Aikido ci dà un’indicazione molto chiara, te lo spiego subito.
 
 

3 PRINCIPI CHIAVE PER IL RIEQUILIBRIO INTERIORE:

Esistono tre principi fondamentali, una sorta di Sacra Trinità dei praticanti di Aikido e degli artisti marziali che custodiscono il segreto della Vittoria, sia esterna che interna.
 
Tre principi con un valore simbolico e infinitamente profondo, ma che ho cercato di comprimere in poche indicazioni, in modo tu sappia quello che devi sapere per ritrovare sempre il tuo equilibrio interiore.
 

Sei in equilibrio quando la tua energia orbita intorno al tuo centro di gravità. Questo centro di gravità è il punto dal quale puoi governare il tuo mondo.

Nella pratica marziale fisica, questo è il baricentro fisico (un punto che si trova tre dita sotto l’ombelico), mentre nella Via Guerriera Interiore è il centro di autocoscienza.

 

LA FILOSOFIA DELL’AIKIDO PER UN MIGLIOR EQUILIBRIO TRA MENTE CORPO E SPIRITO:

Tutta la strategia dell’Aikido ruota intorno alla relazione con questo centro di gravità che si esprime contemporaneamente sia a livello fisico, che mentale e spirituale.
In pratica, quando l’avversario ti attacca, se riesci a portare la sua energia nell’orbita del tuo centro vinci, se contrariamente perdi il contatto con il tuo centro vieni battuto.
 
Ciò è valido anche nella vita di tutti giorni, infatti finché vivi il mondo dal tuo centro di gravità, non ti trovi mai ad un punto morto, hai sempre un margine di azione efficace, sei in equilibrio e ti senti bene indipendentemente dalle difficoltà che incontri.
 
Ma può accadere che la tua energia non orbiti più intorno al tuo centro ed allora sperimenti disequilibrio, agitazione, depressione, affaticamento e chi più ne ha, più ne metta.
 

 

Quando accade questo è perché la tua energia (o parte di essa) è stata risucchiata nell’orbita di un altro centro, che non è il tuo centro di gravità.

 
Quando ad esempio ti agiti pensando a come risolvere un problema, il problema è diventato il centro che ha attratto la tua energia mentale e l’agitazione che sperimenti è il campanello di allarme che ti avvisa che stai cadendo, che stai perdendo l’equilibrio.
 
Considera che il tuo centro di gravità non è fisso, ma in continuo movimento, proprio perché la vita è un flusso ed il centro è il risultato dell’addattamento armonico a questo flusso.
 
L’equilibrio interiore di oggi, difficilmente sarà quello di domani.
 
Per mantenere l’equilibrio quando vai in bicicletta ti devi muovere, adattandoti in continuazione alla velocità, alla strada, alle pendenze, al vento…
 

10 MINUTI DI MEDITAZIONE GUIDATA GRATUITA

SCOPRI L'INIZIO DI FIVE ELEMENTS, UNA POTENTE OASI DI RICONNESSIONE TRA CIELO E TERRA

 

I PUNTI CHIAVE PER RITROVARE TUO EQUILIBRIO:

Ecco i 3 principi che istante dopo istante formano il tuo centro di gravità, permettendoti di ritrovare il tuo riequilibrio interiore:
  • POSTURA
  • GIUSTA DISTANZA (o giusto spazio)
  • TIMING
 
Questa è la Trinità energetica che devi coltivare in ogni momento. 
Vediamo come!
 
Non entrerò nel dettaglio, perché ci vorrebbero dei seminari interi per farlo, ma voglio darti l’essenziale per iniziare già in questo momento e trasformare radicalmente il governo di te stesso per affrontare qualunque difficoltà.
 

 

POSTURA

La corretta postura, ha tantissimi elementi da considerare, ma l’aspetto più importante è questo: la parte che va dall’ombelico in giù, deve essere ben radicata a terra, mentre la sommità della testa deve sempre in collegamento con il cielo.
 
In pratica, si tratta di restare sempre simultaneamente collegati alla terra e al cielo. Grazie alla corretta postura attivi un circuito energetico che ti fornisce la giusta energia, ti rende libero e ti fa sentire a sempre “a casa”.
La mancanza di libertà interiore, la sensazione di inadeguatezza e l’incapacità di sostenere gli stress a cui sei sottoposto derivano spesso dall’interruzione di questo circuito energetico primario. 
 
Quando sei in una situazione di stress o di malessere, la prima cosa devi fare è ristabilire la corretta postura.
 
Come già detto, ci sono tante variabili che entrano in gioco nella postura, ma se ti impegni a mettere in pratica la semplice indicazione che ti ho dato, sperimenterai profonde trasformazioni.
 
 

GIUSTA DISTANZA

Ogni situazione va affrontata dalla giusta prospettiva.
 
Se sbagli non mantenendo la giusta dal problema, anche se hai una buona postura, rischi di essere colpito o di non essere efficace.
 
Anche questo principio necessiterebbe di attente e lunghe argomentazioni, ma il consiglio essenziale che ti voglio dare, riguarda la distanza mentale dalla difficoltà che stai affrontando.
 

Se sei troppo vicino alla difficoltà, vedi solo la difficoltà e perdi la visione di insieme, comprese le miriadi di possibilità e risorse che ti circondano.

Al contrario, se sei troppo lontano non la puoi affrontare.

Insomma, quando affronti un problema, devi posizionarti alla giusta distanza (e naturalmente mantenendo la corretta postura).

Come fai a sapere se hai la giusta distanza?
Se hai una corretta postura e la giusta distanza da un problema, non hai paura, sei presente e pronto a vincere.

Quindi se non sei in questa condizione, vuol dire che la tua mente è troppo vicina o troppo lontana del problema.

 

TIMING

Se hai una corretta postura e la giusta distanza, ma non sei “a ritmo”, se il tuo movimento non è sincronizzato con l’onda della vittoria, non puoi vincere.
 
Puoi essere connesso al cielo e alla terra, avere una giusta distanza, ma quando il pugno sta arrivando, se non ti sposti in tempo, probabilmente il tuo centro finirà per terra…
 
Come si fa ad avere un buon timing?
Anche questo principio necessiterebbe di molto approfondimento, ma voglio darti un’indicazione più spirituale.
 

In questo modo con la postura ti occupi della parte fisica, con la giusta distanza, della parte mentale e con il timing della tua parte spirituale.

Il timing esprime il potenziale di “essere nel posto giusto al momento giusto”, di entrare nel flusso della vittoria in sincronia con la corrente che ti porta alla realizzazione.

 

COME SI FA IN PRATICA?

Coltivando la virtù, dando un ritmo sacro alla propria giornata.
Alzarsi presto, ringraziare, pregare, fare esercizio, lavorare sodo, incoraggiare persone, divertirsi, studiare, nutrirsi, amare, imparare, meditare… cercare insomma di organizzare il ritmo della propria vita affinché non manchi nulla di ciò di cui hai bisogno.
 
Se sei nel giusto ritmo sei in equilibrio e la tua vita si ordina, può ospitare tutto quello di cui hai bisogno per essere felice.
 
Se ti manca qualcosa è perché non hai ancora il giusto ritmo.
 

Ecco, da oggi, hai il segreto della Vittoria.

 
Prova ad occuparti con costanza, anche solamente di uno dei 3 principi di cui ti ho parlato e poi dimmi se la tua vita non cambia, almeno di un po’.
 
Se ti va, guarda il video che ho preparato per te qui sotto sul “RITROVARE L’EQUILIBRIO INTERIORE”, avrai un promemoria per ogni volta che desidererai ricordare uno dei punti di cui ti ho parlato qui sopra.
 

Buon equilibrio!

Domenico

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "OK" nel banner"
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email